Strumenti personali
Tu sei qui: Portale News Edizione 2017 Premio “Vittorio Bachelet” per Tesi di Laurea sullo sviluppo e la riforma delle istituzioni democratiche, la partecipazione e la cittadinanza attiva (deadline 9 dicembre 2017)

Edizione 2017 Premio “Vittorio Bachelet” per Tesi di Laurea sullo sviluppo e la riforma delle istituzioni democratiche, la partecipazione e la cittadinanza attiva (deadline 9 dicembre 2017)

Premio “Vittorio Bachelet” per Tesi di Laurea sullo sviluppo e la riforma delle istituzioni democratiche, la partecipazione e la cittadinanza attiva - Edizione 2017

PREMESSO:

che la Fondazione Istituto dell’Azione Cattolica Italiana per lo studio dei problemi sociali e politici “Vittorio Bachelet”, nell’ambito delle proprie finalità statutarie, intende favorire attività di ricerca aventi ad oggetto lo sviluppo e la riforma delle istituzioni democratiche, la partecipazione e la cittadinanza attiva,

SI EMANA IL PRESENTE BANDO:

Art. 1
La Fondazione Istituto dell’Azione Cattolica Italiana per lo studio dei problemi sociali e politici “Vittorio Bachelet”, di seguito indicata Istituto Vittorio Bachelet, bandisce un Premio “Vittorio Bachelet” per Tesi di Laurea sullo sviluppo e la riforma delle istituzioni democratiche, la partecipazione e la cittadinanza attiva.
Sono ammesse Tesi discusse presso Università italiane o pontificie, limitatamente ai Corsi di Laurea Specialistica o Magistrale (con esclusione delle Lauree di primo livello) per le Università italiane e limitatamente al Corso di Licenza per le Università pontificie.
Possono presentare domanda di partecipazione i laureati in Giurisprudenza, Scienze Politiche, Sociologia, Filosofia, Storia e affini, la cui Tesi abbia attinenza con i temi che sono oggetto dell'attività di ricerca dell'Istituto e cioè: lo sviluppo e la riforma delle istituzioni democratiche, la partecipazione e la cittadinanza attiva, con particolare riguardo all'esperienza italiana dell'età contemporanea, vuoi in ordine all'elaborazione concettuale, vuoi nella lettura della realtà sociale e nel concretarsi di innovazioni istituzionali.
Sono ammesse Tesi discusse nel periodo compreso tra il 1 dicembre 2016 e il 30 novembre 2017, nel rispetto dei termini indicati all’art. 4 del presente Bando.
Non sono ammesse Tesi che hanno ricevuto riconoscimenti in termini di sussidi economici e/o di pubblicazione in data precedente a quella della domanda di partecipazione.

Art. 2
Il Premio verrà conferito ad insindacabile giudizio di una Commissione giudicatrice composta da tre membri designati dal Consiglio Scientifico dell’Istituto Vittorio Bachelet. La Commissione si riserva la facoltà di non assegnare alcun Premio nel caso ritenga che nessuna delle Tesi candidate sia meritevole.

Art. 3
Il vincitore riceverà un Premio in denaro il cui ammontare è stabilito in € 1.500,00 (Euro millecinquecento/00) al lordo delle ritenute fiscali. Nell’ipotesi di assegnazione del Premio a pari merito a più vincitori, la somma sarà ripartita equamente tra gli stessi. Il Premio sarà erogato in un’unica soluzione.
Il vincitore illustrerà la propria ricerca nell’ambito del XXXVIII “Convegno Bachelet” dell’Istituto Vittorio Bachelet (febbraio 2018). Al vincitore potrà essere chiesto di scrivere un articolo in merito al tema della sua Tesi, da pubblicare sulle riviste dell’Azione Cattolica Italiana o nel sito web www.azionecattolica.it .
L’assegnazione del Premio sarà comunicata al vincitore tramite lettera raccomandata A/R nella quale saranno indicati la data ed il luogo della cerimonia di premiazione. Il nome del vincitore sarà pubblicato online nel sito web www.azionecattolica.it .

Art. 4
Le domande di partecipazione, redatte in carta semplice, dovranno essere inviate tramite lettera raccomandata A/R o tramite qualsiasi altra modalità di spedizione postale che certifichi la consegna tramite il relativo avviso di ricevimento. Le domande di partecipazione dovranno essere inviate entro sabato 9 dicembre 2017 al seguente indirizzo: Istituto Vittorio Bachelet, via Aurelia 481, 00165 Roma. Farà fede la data del timbro postale. Sulla busta dovrà essere indicata la dicitura “Premio Vittorio Bachelet per Tesi di Laurea”. Si suggerisce di indicare, come mittente, il nome del candidato.

Art. 5
Con la domanda di partecipazione (contenente: dati anagrafici, residenza, domicilio, telefono, indirizzo email; dichiarazione di accettazione delle norme del presente Bando; dichiarazione che la Tesi messa a concorso non ha ricevuto riconoscimenti in termini di sussidi economici e/o di pubblicazione in data precedente a quella della domanda di partecipazione; dichiarazione di consenso alla consultazione della Tesi nell’ambito di attività di studio e ricerca svolte presso l’Istituto Vittorio Bachelet; dichiarazione di consenso al trattamento dei dati personali [Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196]) i candidati dovranno inviare:
1. dichiarazione sostitutiva di certificazione di Laurea, se possibile comprensiva dell’indicazione degli esami sostenuti;
2. copia di un documento d’identità in corso di validità;
3. curriculum vitae et studiorum;
4. una copia cartacea della Tesi;
5. una copia della Tesi su supporto digitale.
L’intera documentazione rimarrà nella disponibilità dell’Istituto Vittorio Bachelet ai fini della validità del presente Bando e ai fini di studio e di ricerca.
Un fac-simile della domanda di partecipazione al Premio è disponibile nella pagina web dell’Istituto Vittorio Bachelet (http://www2.azionecattolica.it/istituto-bachelet).

Art. 6
Per ulteriori informazioni sul presente Bando ci si può rivolgere alla Segreteria dell’Istituto Vittorio Bachelet sita in via Aurelia 481, 00165 Roma (tel. 06.66.13.21; e-mail: istituto.bachelet@azionecattolica.it).

Art. 7
Ai sensi del Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196, i dati personali forniti dai candidati saranno utilizzati ai soli fini della gestione della presente procedura concorsuale e per comunicazioni relative ad attività dell’Istituto Vittorio Bachelet. Il titolare del trattamento dei dati personali è l’Istituto Vittorio Bachelet (sede amministrativa: via Aurelia 481, 00165 Roma).

Art. 8
Per quanto non previsto nel presente Bando valgono le disposizioni di legge vigenti in materia.

-------------------------------------
L’Istituto dell’Azione Cattolica Italiana per lo studio dei problemi sociali e politici “Vittorio Bachelet”, intitolato alla memoria del Presidente di ACI ucciso dalle Brigate Rosse il 12 febbraio 1980, è uno strumento che l’ACI si è data nel 1988 per mantenere viva l’eredità di pensiero e di insegnamento di Vittorio Bachelet, che nella sua vita coltivò con amore la passione per i problemi sociali, giuridici e politici del nostro Paese e del mondo. L’Istituto ha cercato infatti di raccogliere l’interesse di Vittorio Bachelet per questi temi, senza dimenticare la passione educativa che sempre lo animò e che contraddistingue, fra l’altro, l’attività formativa dell’ACI. Lo stesso Bachelet ebbe modo di scrivere: «È urgente formare generazioni nuove a un senso della società, non certo per avere “riserve” per le future formazioni ministeriali – per cui ci sono anche troppi aspiranti – ma per continuare piuttosto con una diffusione nel corpo sociale, quel servizio che, almeno in parte, è già stato offerto per il vertice; per formare cioè una “classe dirigente” come si suole dire, intesa però non in senso solamente politico, ma come guida cristianamente ispirata dell’opinione, della stampa, dei costumi, dell’educazione non solo scolastica (ma anche – ad esempio cinematografica), delle relazioni di lavoro, della vita professionale in genere» (1952).

Azioni sul documento