Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Didattica - Teaching Corsi Corsi anno accademico 2003-2004 ALTINI Carlo

ALTINI Carlo

RAPPRESENTANZA. STORIA E TEORIA DI UN CONCETTO FILOSOFICO-POLITICO NELLA MODERNITA' Università di Siena

 

nome

cognome

indirizzo

e-mail

sito web

Carlo

ALTINI

Via Nonantolana, 141 - 41100 Modena

caaltini@tin.it

 

università

cattedra

facoltà

corso di laurea

dipartimento

Università di Siena

Storia della filosofia politica

Lettere e Filosofia

Filosofia

Filosofia e Scienze Sociali

corsi

università

facoltà

corso di laurea

dipartimento

anno accademico

Università di Siena

Lettere e Filosofia

Filosofia

Filosofia e Scienze Sociali

2003-2004

titolo

insegnamento

laurea

RAPPRESENTANZA. STORIA E TEORIA DI UN CONCETTO FILOSOFICO-POLITICO NELLA MODERNITA'

Storia della filosofia politica

non specificata

testi

Th. HOBBES, Leviatano, ed. it. a cura di R. Santi, Milano, Bompiani, 2001, capp. XVI-XIX; J. LOCKE, Il secondo trattato sul governo. Saggio concernente la vera origine, l'estensione e il fine del governo civile, ed. it. a cura di T. Magri, Milano, Rizzoli, 1998, cap. VIII, §§ 95-99: 119-122: cap IX: cap. X; J.-J. ROUSSEAU, Il contratto sociale, ed. it. a cura di V. Gerratana, Torino, Einaudi, 1966: Libro I, capp. VI-VII: Libro II, capp. I-IV: Libro III, capp. I, XIV-XVII: Libro IV, cap. I; E. BURKE, antologia di passi tradotti dal docente da: Thoughts on the Cause of the Present Discontents (1770): Mr. Edmund Burke’s Speeches at His Arrival at Bristol (1774): Reflections on the Revolution in France (1790): An Appeal from the new to the old Whigs (1791): A Letter to Sir Hercules Langrishe on the Subject of the Roman Catholics in Ireland (1792); I. KANT, Per la pace perpetua. Un progetto filosofico, in Id., Stato di diritto e società civile, ed. it. a cura di N. Merker, Roma, Editori Riuniti, 1982, pp. 175-214; I. KANT, Sul detto comune: “ciò può esser giusto in teoria, ma non vale per la prassi”, in Id., Stato di diritto e società civile, cit., pp. 153-168; G.W.F. HEGEL, Lineamenti di filosofia del diritto, ed. it. a cura di G. Marini, Roma-Bari, Laterza, 1999, §§ 275-281: 287-294: 300-311; M. WEBER, Economia e società, ed. it. a cura di P. Rossi, Milano, Comunità, 1961, vol. I: Parte prima, cap. III, §§ 19: 21-22; C. SCHMITT, Dottrina della costituzione, ed. it. a cura di A. Caracciolo, Milano, Giuffrè, 1984, capp. 6-8: 16: 24; B. ACCARINO, Rappresentanza, Bologna, il Mulino, 1999; G. DUSO, La rappresentanza politica. Genesi e crisi del concetto, Milano, Angeli, 2003; G. LEIBHOLZ, La rappresentazione nella democrazia, ed. it. a cura di S. Forti, Milano, Giuffrè, 1989.

contenuti

Il corso intende presentare, attraverso l’esame di alcuni testi filosofici eminenti tra XVII e XX secolo, la genesi, lo sviluppo e la crisi di un concetto centrale per la comprensione della filosofia politica moderna. Attraverso la rappresentanza possono infatti essere discusse altre categorie (sovranità, autorità, legittimità, legalità) che mettono in luce il nodo teorico rappresentato dalla formazione e dalla giustificazione del potere politico. Attraverso i classici verrà dunque portata in evidenza la differenza tra rappresentanza dei diritti individuali e rappresentanza dei diritti collettivi, tra rappresentanza politica e rappresentanza degli interessi, tra democrazia rappresentativa e democrazia diretta, fino a giungere alle ragioni di fondo dell’attuale crisi delle istituzioni rappresentative, in primis dello Stato. Uno spazio non secondario nell’analisi dei testi sarà inoltre dedicato alla declinazione della rappresentanza come “rappresentazione”, così da evitarne lo ‘schiacciamento’ a mero rispecchiamento di interessi, di volontà e di bisogni preesistenti alla costruzione della persona rappresentativa, cioè a “tutela” strettamente giuridica (sia essa delega o mandato), per metterne invece in evidenza la dimensione creatrice di “ordine” e di “forma”, intorno alla cui crisi si svolgerà il dibattito critico nel Novecento.

Azioni sul documento