Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Didattica - Teaching Corsi Corsi anno accademico 2004-2005 COTTA Gabriella

COTTA Gabriella

IL PROBLEMA DEL MALE NELLA POLITICA MODERNA Università Lumsa

nome
cognome
indirizzo
e-mail
sito web
Gabriella
COTTA
via Pompeo Magno 22 - 00192 Roma
gabriella.cotta@uniroma1.it
 
università
cattedra
facoltà
corso di laurea
dipartimento
Lumsa
Filosofia politica
Giurisprudenza
Scienze politiche
 
corsi
università
facoltà
corso di laurea
dipartimento
anno accademico
Lumsa
Giurisprudenza
Scienze politiche
 
2004-2005
titolo
insegnamento
laurea
IL PROBLEMA DEL MALE NELLA POLITICA MODERNA
Filosofia politica
non specificata
testi
Per la parte istituzionale: S. PETRUCCIANI, Modelli di filosofia politica, Einaudi 2003.
Per la parte speciale: R. GATTI, Il chiaroscuro del mondo: Il problema del male tra moderno e post-moderno, Studium 2002.
Per approfondimento della parte speciale: H. ARENDT, Vita activa, Bompiani, 2000; E. STEIN, Una ricerca sullo stato, Città nuova 1993; G. COTTA, Immagine, differenza artificio: prospettive sul problema del male, F. Angeli 2004
contenuti
Il corso si propone di introdurre gli studenti alla comprensione del profilo epistemologico della materia attraverso l'analisi dei concetti e del lessico di base della filosofia politica. Dopo una breve parte istituzionale di introduzione ad alcuni argomenti fondamentali necessari per l'inquadramento del tema in oggetto, utilizzando strumenti concettuali di base ricostruiti grazie al confronto con il pensiero di alcuni classici (Platone, Agostino, Lutero), nella seconda parte del corso si analizzerà il problema centrale del corso stesso, vero nodo teorico dell'orizzonte filosofico-politico: la questione delle particolari caratteristiche della conflittualità nell'universo politico moderno e contemporaneo, derivanti dalla specifica visione del male formatasi appunto con la modernità. Le lezioni si concluderanno con l'analisi di alcune prospettive ricostruttive della convivenza sociale e politica fondate non più sulla naturale e necessaria conflittualità tra individui, ma sulla dimensione della relazionalità.
Azioni sul documento