Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Didattica - Teaching Corsi Corsi anno accademico 2004-2005 ALTINI Carlo

ALTINI Carlo

LA FORTUNA DI HOBBES IN GERMANIA TRA LE DUE GUERRE. TEORIA DELLA SOVRANITÀ E CRISI DELLO STATO MODERNO Università di Siena

 

nome

cognome

indirizzo

e-mail

sito web

Carlo

ALTINI

Via Nonantolana, 141 - 41100 Modena

caaltini@tin.it

 

università

cattedra

facoltà

corso di laurea

dipartimento

Università di Siena

Storia della filosofia politica

Lettere e Filosofia

Filosofia

Filosofia e Scienze Sociali

corsi

università

facoltà

corso di laurea

dipartimento

anno accademico

Università di Siena

Lettere e Filosofia

Filosofia

Filosofia e Scienze Sociali

2004-2005

titolo

insegnamento

laurea

LA FORTUNA DI HOBBES IN GERMANIA TRA LE DUE GUERRE. TEORIA DELLA SOVRANITÀ E CRISI DELLO STATO MODERNO

Storia della filosofia politica

non specificata

testi

F. TÖNNIES, Thomas Hobbes. Leben und Lehre, Stuttgart, Frommann, 1971 (antologia di passi tradotti dal docente); M. HORKHEIMER, Gli inizi della filosofia borghese della storia, ed. it. a cura di G. Backhaus, Torino, Einaudi, 1978, pp. 26-55; F. BORKENAU, La transizione dall’immagine feudale all’immagine borghese del mondo. La filosofia del periodo della manifattura, ed. it. a cura di G. Marramao, Bologna, il Mulino, 1984, pp. 431-472; L. STRAUSS, La filosofia politica di Hobbes, in Id., Che cos’è la filosofia politica?, ed. it. a cura di P.F. Taboni, Urbino, Argalia, 1977, pp. 117-350; C. SCHMITT, Il Leviatano nella dottrina dello Stato di Thomas Hobbes. Senso e fallimento di un simbolo politico, in Id., Scritti su Thomas Hobbes, ed. it. a cura di C. Galli, Milano, Giuffrè, 1986, pp. 61-143; C. ALTINI, La storia della filosofia come filosofia politica. Carl Schmitt e Leo Strauss lettori di Thomas Hobbes, Pisa, Edizioni ETS, 2004; A. BOLAFFI, Il crepuscolo della sovranità. Filosofia e politica nella Germania del Novecento, Roma, Donzelli, 2002; C. GALLI, Genealogia della politica. Carl Schmitt e la crisi del pensiero politico moderno, Bologna, il Mulino, 1996; P. GAY, La cultura di Weimar, Bari, Dedalo, 2002; G. MARRAMAO, Dopo il Leviatano. Individuo e comunità, Torino, Bollati Boringhieri, 2000.

contenuti

Il corso intende presentare e discutere i principali nuclei teorici (p.es. sovranità, rappresentanza, legalità, diritto) della riflessione filosofico-politica tedesca sulla crisi dello Stato tra le due Guerre mondiali.
Nella Germania di Weimar, tra ideali repubblicani e deriva nazionalsocialista, la figura “mitica” di Thomas Hobbes, il filosofo del Leviatano, diventa infatti l’occasione teorica per la ricostruzione e la rivalutazione della vicenda dello Stato moderno nell’epoca della sua crisi. Molti sono gli autori – da Wilhelm Dilthey a Friedrich Meinecke e Ernst Cassirer – che si confrontano con la lezione del filosofo inglese, con lo scopo esplicito di comprendere la genesi, lo sviluppo e il destino della modernità politica e del capitalismo moderno, tanto che la ricerca storico-filosofica arriva ad assumere una rilevanza direttamente filosofico-politica. Diventa allora legittimo parlare di una vera e propria fortuna di Hobbes in Germania tra le due Guerre, senza dimenticare tuttavia che già a fine Ottocento i sociologi, i politologi e i giuristi tedeschi si erano confrontati con le questioni epistemologiche, antropologiche e politiche sollevate dal filosofo del Leviatano intorno ai processi di reificazione, massificazione e razionalizzazione nel mondo moderno. Tra le interpretazioni tedesche di Hobbes svolgono tuttavia un ruolo decisivo quelle offerte da Ferdinand Tönnies, Max Horkheimer, Franz Borkenau, Carl Schmitt e Leo Strauss negli anni Venti e Trenta del XX secolo, quando diventa discriminante, per l’interpretazione della politica moderna, la riflessione sulle categorie di meccanicismo, razionalismo, individualismo e totalitarismo.

Azioni sul documento