Strumenti personali

LUCCI Diego

LA CRITICA BIBLICA NELLE RADICI E NEGLI SVILUPPI DEL DEISMO BRITANNICO

INFORMAZIONI COMPLETE
nome
cognome
indirizzo
e-mail
sito web
Diego
LUCCI
diego.lucci@tin.it
università
dipartimento
facoltà
Università degli Studi di Napoli Federico II
Dipartimento di Filosifia A. Aliotta
Facoltà di Lettere e Filosofia
ciclo e titolo del dottorato
Ciclo XVII, Corso di Dottorato in Scienze Filosofiche
tesi
titolo
relatore
data

LA CRITICA BIBLICA NELLE RADICI E NEGLI SVILUPPI DEL DEISMO BRITANNICO

Prof. Giuseppe Lissa e Prof. Giuseppe Antonio

15-12-2004

sintesi

La mia dissertazione di dottorato, intitolata La critica biblica nelle radici e negli sviluppi del deismo britannico, è uno studio sull'ermeneutica dei deisti britannici del Seicento e del primo Settecento. Nella prima parte, ho analizzato le radici della critica biblica deistica, soffermandomi sulle origini del deismo britannico, sulla dottrina della religione naturale in Herbert di Cherbury e in Charles Blount, sulla critica biblica nella Gran Bretagna del secondo Seicento, e sulle diverse influenze che pensatori come Spinoza, Simon, Le Clerc e Locke esercitarono sull'ermeneutica dei deisti. Nella seconda parte, ho esaminato gli scritti dei deisti concernenti la religione rivelata e le Scritture. Ho dedicato particolare attenzione a John Toland e agli sviluppi del suo pensiero, dalle posizioni sociniane del Cristianesimo non misterioso e dell'Amyntor fino alle dottrine spinozistiche esposte nelle Lettere a Serena e nelle Origines Judaicae, esaminando infine l'importante Nazarenus, dedicato al critstianesimo delle origini e ai suoi rapporti con l'ebraismo. Ho poi preso in esame le opere di Anthony Collins dedicate alle Scritture, e cioè il Discorso sul libero pensiero e A Discourse of the Grounds and Reasons of the Christian Religion, e gli scritti di ermeneutica degli ultimi deisti, Matthew Tindal, Thomas Chubb, Thomas Morgan e Peter Annet. Nelle conclusioni, ho esposto i motivi del declino del deismo britannico e l'importanza storica dell'ermeneutica deistica.

Azioni sul documento