Strumenti personali
Tu sei qui: Portale
rivista.gif

Articoli, libri e interviste - Articles, books and interviews

Biopotere, genealogia e ontologia: da Foucault a Derrida
Pietro Lembo - 28 gennaio 2014

L’intento è di fornire un contributo per così dire epistemologico alla riflessione biopolitica. L’ipotesi, nello specifico, è che, per comprendere il fenomeno in questione, occorra una chiave di lettura che non sia unilaterale, come invece pretende di fare il metodo genealogico. Considerando il fatto che, oggigiorno, praticamente l’intero dibattito biopolitico pare ignorare questo problema, ne consegue che un’analisi di questo tipo diventa imprescindibile: è in gioco il senso stesso di ogni indagine relativa al biopotere.
Ridiscutere di Auctoritas oggi
Elena Cuomo - 16 aprile 2014

La crisi dell’ideale autofondativo della comunità interroga la problematica dell’autorità, ponendola al centro di una richiesta di senso, che la riguarda in ambito semantico-concettuale e politico, chiedendone un’attualizzazione che superi i confini della “semplice” ricostruzione filologica ed esponendola anche ai rischi di un eventuale tentativo ideologico di risacralizzazione. L’attuale vuoto di Auctoritas, nella stratificazione della vita politico-istituzionale così come nelle relazioni umane, sembra verificarsi nell’angoscia spasmodica di un Potere in cerca di fondamento.

bottonearchivo.jpg

                   

Recensioni - Reviews

R. Gatti - L. Alici - I. Vellani, Vademecum della democrazia. Un dizionario per tutti
Editrice AVE, Roma 2013.

Recensione a cura di Romina Perni

La forza di questo dizionario (quarantotto voci completate da bibliografia e sitografia finali) sta nella sua capacità di intercettare un bisogno comune a molti uomini e donne del nostro tempo, siano essi attori della politica, studiosi, persone comuni alle prese, da una parte, con le difficoltà del vivere quotidiano e dall’altra con un mondo della politica.
M. Lazzarato, Il governo dell’uomo indebitato. Saggio sulla condizione neoliberista
DeriveApprodi, Roma 2013.

Recensione a cura di Anna Bagnato

Chi è l’uomo indebitato? Che funzione ha all’interno del paradigma attraverso cui strutturiamo le nostre relazioni sociali? A parere di Lazzarato, l’uomo indebitato, e di conseguenza il concetto stesso di debito, rappresentano il fulcro propulsivo di un sistema macchinistico su cui si fonda la società occidentale contemporanea, la cui crisi non è solo un problema estemporaneo che deve essere risolto, ma rappresenta la condizione di possibilità dell’intero sistema.
A. Badiou, L’avventura della filosofia francese. Dagli anni Sessanta
DeriveApprodi, Roma 2013.

Recensione a cura di Riccardo Rezzesi

La contingenza, che «la fa da padrone» nel volume L’avventura della filosofia francese. Un volume che, muovendosi attorno sia alla contingenza dell’incontro sia a quella delle circostanze, si presenta paradossalmente come un fascinoso e coinvolgente "puzzle".
S. Žižek, Chiedere l’impossibile
Ombre corte, Verona 2013, pp. 144 (trad. it. di Žižek, S., Demanding the impossible, Polity Press, Cambridge, 2013-Indigo Book compant).

Recensione a cura di Francesco Giacomantonio

Il discorso di Žižek riattiva l’urgenza del dibattito politico e sociale nella sua forma più vivida e palpitante; forse, come reca il titolo di questo volumetto, esso vuole chiedere l’impossibile, esponendosi così alla critica del realismo più disincantato e del pragmatismo più analitico, oltre che del neoliberalismo più asettico; ma, forse, esso vuol mettere in luce, anche più modestamente, quanto oggi sia diventato difficile persino pensare il possibile.
Thomas Casadei, Il sovversivismo dell’immanenza. Diritto, morale, politica in Michael Walzer
Milano, Giuffrè, 2012, pp. 687.

Recensione a cura di Sara Samorì

L’opera propone una riflessione analitica e d’insieme sulla produzione di Michael Walzer, studioso e intellettuale ebreo-americano, da tempo impegnato nel campo della riflessione politica, sociale e filosofico-morale [...]. Quel che in conclusione scaturisce dalla lettura del libro è l’interessante prospettiva nella quale si colloca il “pluralismo delle differenze” come sfida ricorrente.

bottonearchivo.jpg


            
associazione.gif

Sifp

Lo statuto
Art. 1 - Finalità

La Società Italiana di Filosofia Politica promuove gli studi e la conoscenza della Filosofia Politica. A questo scopo prende le iniziative ritenute utili e opportune, organizza un congresso a cadenza biennale, studi, dibattiti, convegni, seminari su argomenti scientifici e su questioni didattiche e organizzative con la partecipazione di studiosi e docenti italiani e stranieri, collabora con istituzioni e associazioni culturali pubbliche e private.
Presentazione
La Società Italiana di Filosofia Politica intende diffondere la conoscenza dei vari indirizzi e prospettive della filosofia politica italiana attraverso la costruzione di una rete di connessioni tra i suoi membri e con l'estero.
La Società intende altresì fornire informazioni riguardanti le iniziative culturali, i corsi, i seminari afferenti alla materia.
La Società viene fondata nell'ottobre del 2001 e possono esserne membri, insieme con i docenti di filosofia politica e i dottori e dottorandi di ricerca, tutti i cultori della materia. [...]

Criteri Anvur: il documento definitivo sifp

Pubblichiamo e mettiamo a disposizione di chi vorrà leggerla la versione definitiva del documento sui criteri ANVUR di valutazione delle ricerche, elaborato dalla commissione che era stata a ciò delegata dall’Assemblea della SIFP del 19 maggio.


Per consultare il documento, cliccare qui:


Iconapdf.jpg
Azioni sul documento